Warning: Use of undefined constant is_single - assumed 'is_single' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /membri/sicanianews/wp-content/plugins/facebook-like-button/inc/fun.inc.php on line 70
SicaniaNews.it, testata giornalistica con servizi di cronaca, cultura e attualità

Ci siamo trasferiti sul nuovo sito WWW.SICANIANEWS.IT

150° anniversario dell’Unità d’Italia: Tiremm innanz!

Scritto da il 13 Mar 2011/ 13:11. Letto 1.382 volte. Registrato sotto Cronache, Eventi, In evidenza, News dai Comuni, Politica. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Giovedì 17 marzo ricorre il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. La storia dell’Unificazione nazionale è stata una strada lunga, difficile e piena di ostacoli che ha richiesto l’impegno, il sacrificio ed il sangue di molti uomini per lungo tempo, a dispetto delle critiche superflue e strumentali di alcuni esponenti di partiti di oggi.
Non ragioniam di lor – direbbe il sommo poeta Dante che è il padre della bella lingua italiana, apprezzata anche da quegli stranieri che la conoscono bene. Senza trascurare per questo il ruolo di altri grandi letterati, non ultima la scuola poetica siciliana che ha dato il suo contributo alla nascita della lingua.

Giuseppe Garibaldi

Poi veri uomini hanno dato il loro contributo di sangue ed impegno – non i quaquaraquà come chi brucia la bandiera italiana o critica l’inno nazionale – patrioti dello spessore morale ed intellettuale di un Mazzini, Garibaldi, Pisacane, i fratelli Bandiera, Cattaneo, Balbo, D’Azeglio e numerosi altri che, pur appartenendo a classi sociali diverse ed avendo idee diverse, avevano comunque qualcosa in comune che li rendeva liberi, un sogno comune: quello dell’Italia Unita.
I nostri patrioti avevano in comune, oltre al fatto di essere di giovane età, la tensione verso un’ideale, verso la realizzazione di un sogno: l’Italia unita. Garibaldi era un appassionato che sognava di cambiare il mondo, per questo combatté per la libertà dei popoli in ogni dove, in Brasile, persino in Uruguay.

Francesco Crispi

Come non ricordare poi il riberese Francesco Crispi, una delle menti della spedizione dei Mille, che organizzò il loro sbarco in Sicilia? Episodi bellici, in sé marginali, assumono un significato profondo se osservati dalla giusta prospettiva, come la missione del colonnello Orsini, il quale, deviando con l’artiglieria in direzione di Corleone, attirò su di sé l’attenzione delle truppe borboniche guidate da Von Mechel e Bosco, consentendo così l’ingresso trionfale di Garibaldi a Palermo.
Il Risorgimento si potrebbe riassumere in tre parole: sogno, avventura e intraprendenza.
E ad un lombardo come Umberto Bossi ricordiamo l’episodio del patriota Amatore Sciesa, un milanese coraggioso che, poco prima di essere condotto alla forca, così rispose ad un gendarme che lo esortava a rivelare i nomi di altri rivoluzionari in cambio del rilascio: “Tiremm innanz!”, cioé Andiamo avanti !

Articolo di Davide Cufalo

Condividi questo articolo

URL breve: http://sicanianews.altervista.org/?p=3467

Scrivi una replica

*

Azienda Agricola Nino Cufalo
Azienda Agricola Nino Cufalo

logo_sicania600

Calendario

Settembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Cerca per categoria

Archivi

Galleria fotografica

Tutti i contenuti di SicaniaNews.it sono di proprietà dell'Editore. È vietata la riproduzione anche parziale, ad eccezione dei siti partner.