Warning: Use of undefined constant is_single - assumed 'is_single' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /membri/sicanianews/wp-content/plugins/facebook-like-button/inc/fun.inc.php on line 70
SicaniaNews.it, testata giornalistica con servizi di cronaca, cultura e attualità

Ci siamo trasferiti sul nuovo sito WWW.SICANIANEWS.IT

Dal Sindaco la dose giornaliera di Comunicazione Politica – Biomassa quanto mi costi?

Scritto da il 1 Apr 2011/ 21:35. Letto 1.145 volte. Registrato sotto Cronache, In evidenza, News dai Comuni, Politica, Ribera. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Il Sindaco Carmelo Pace non rinuncia anche quest’oggi alla dose giornaliera di Comunicazione Politica diramata dal suo ufficio di gabinetto. Riteniamo, però, che la comunicazione politica sia di competenza del Portavoce del Sindaco, secondo l’art. 6 L. 150/2000. Chi è il portavoce del Sindaco? Non lo conosciamo.
La stessa legge opera una chiara e netta distinzione tra le attività di informazione tramite ufficio stampa,  la comunicazione tramite l’URP e la comunicazione politica, di cui si occupa invece il portavoce.
Il portavoce è legato da un rapporto fiduciario con il Sindaco e cura i rapporti di carattere politico-istituzionale con gli organi di informazione. Il compito del portavoce si concretizza nella “trasmissione” delle modalità e dei risultati dell’azione amministrativa. La comunicazione politica cui si riferisce l’attività del portavoce – che per definizione è di parte – va nettamente distinta dalla comunicazione di interesse pubblico, il cui svolgimento dovrebbe essere compito dell’URP e dell’ufficio stampa. È ovvio che una comunicazione di interesse pubblico non può che essere sobria, per definizione, e priva di fronzoli. Per questo deve essere affidata a professionisti che curino l’esattezza delle informazioni veicolate agli organi di stampa senza nulla tralasciare, come ad esempio i costi sostenuti dall’amministrazione per portare avanti le varie iniziative, pur meritorie.

Chi sono i componenti dell’ufficio stampa del Sindaco? Non ci è dato saperlo, anche se dubitiamo che il Sindaco Pace possa da solo scrivere tutti i comunicati stampa fino ad oggi pervenuti a tutti gli organi di informazione.

Sindaco Carmelo Pace

Pensiamo che il Sindaco utilizzi la comunicazione per costruirsi un alone di popolarità e di benevolenza, anche a prescindere dalla concretezza dei risultati raggiunti e dalla necessità di stabilire un dialogo sintetico con i cittadini.
Leggiamo infatti, all’inizio del comunicato stampa di oggi 1 aprile: “Un passo avanti notevole, una parziale vittoria dell’intera città, che ci soddisfa e ci fa ben sperare”. D’accordo è una notizia importante ma perché non limitarsi all’essenzialità dell’informazione al posto di commentare “ulteriormente, il giorno dopo, la comunicazione pervenuta dall’Assessorato Regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità, riguardante il progetto di realizzazione dell’impianto a Biomassa. Con il suddetto fax l’Assessorato, come già reso noto ieri, ha comunicato l’avvio del procedimento amministrativo per l’eliminazione dal mondo giuridico dell’autorizzazione unica ex art. 12 D. lgs. n. 387/2003 rilasciata con D.R.S. n. 106 del 31/03/2010”.

Rispetto a ieri non passa alcuna informazione inedita o in più, soltanto ringraziamenti per l’impegno di tutti: “Amministrazione, Consiglio Comunale, Istituzioni, forze politiche, Comitati spontanei, Associazioni, cittadini…”

Poi un riferimento ai propri meriti di amministratore: “Grazie agli studi da noi commissionati all’Università di Palermo e all’Istituto di Biomedicina e Immunologia molecolare (IBIM) del Consiglio Nazionale delle Ricerche, la “valutazione tecnico-ambientale” e la “relazione sull’eventuale impatto sanitario”, abbiamo dimostrato quanto la realizzazione di una Centrale a Biomassa sia incompatibile con la nostra economia, l’agricoltura, il turismo, e quanto possa mettere a rischio la nostra salute. Insomma, prendiamo atto con molta soddisfazione dell’avvio del procedimento e rimaniamo in attesa di ulteriori sviluppi con fiducia”.
E i costi? Completezza ed esattezza dell’informazione vuole che si elenchino anche i costi. A questo provvediamo noi:
– circa 10 mila euro la “valutazione tecnico-ambientale” commissionata all’Università di Palermo;
– è costata 5 mila euro la “relazione sull’eventuale impatto sanitario” dell’IBIM;
– poi è stato affidato ad un legale l’incarico di studiare i vari passaggi dell’iter di autorizzazione dell’impianto di contrada Castellana, se non ricordo male per un compenso di circa 2 mila e 500 euro.
Spese sacrosante d’accordo per il fine che l’amministrazione vuole raggiungere. Ma la domanda è: si potevano risparmiare 17 mila e 500 euro – questa è la cifra minima spesa dal Comune – se qualcuno del mondo politico che allora sapeva dell’iter fosse intervenuto tempestivamente per informarne la cittadinanza ed impedire il rilascio dell’autorizzazione? Quel che è certo è che la politica riberese ha speso oggi 17 mila e 500 euro per raggiungere un obbiettivo che avrebbe potuto raggiungere prima a costo zero, per i cittadini.


Contattare il responsabile del sito o i suoi collaboratori per ogni eventuale replica

Condividi questo articolo

URL breve: http://sicanianews.altervista.org/?p=3733

Scrivi una replica

*

Azienda Agricola Nino Cufalo
Azienda Agricola Nino Cufalo

logo_sicania600

Calendario

Settembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Cerca per categoria

Archivi

Galleria fotografica

Tutti i contenuti di SicaniaNews.it sono di proprietà dell'Editore. È vietata la riproduzione anche parziale, ad eccezione dei siti partner.