Warning: Use of undefined constant is_single - assumed 'is_single' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /membri/sicanianews/wp-content/plugins/facebook-like-button/inc/fun.inc.php on line 70
SicaniaNews.it, testata giornalistica con servizi di cronaca, cultura e attualità

Ci siamo trasferiti sul nuovo sito WWW.SICANIANEWS.IT

Esposto di SEL. Angelo Renda: Ribera a rischio emergenza igienico-sanitaria

Scritto da il 18 Ago 2011/ 12:59. Letto 1.460 volte. Registrato sotto Cronache, Galleria Foto, In evidenza, Lettere, Politica, Ribera. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione
    La situazione igienico-ambientale in taluni ingressi della città di Ribera è divenuta veramente critica, in queste ultime settimane addirittura drammatica. Se non si provvede ad intervenire con immediatezza e in profondità la situazione potrebbe degenerare in un gravissimo problema di salute pubblica.

Angelo Renda

    Questo scrive Angelo Renda, Coordinatore di Sinistra Ecologia Libertà di Ribera in un documento/esposto trasmesso al Sindaco Carmelo Pace, responsabile della salute e della sicurezza pubblica e al dott. Giuseppe Tortorici, Ufficiale sanitario e Presidente del consiglio comunale di Ribera. Il Dirigente Politico sottolinea che l’attenzione della pubblica amministrazione è, in questa stagione estiva, tutta versata e indirizzata sulla località di Seccagrande località marina di Ribera. Mentre molte altre zone del territorio crispino sono in allarme ambientale e igienico-sanitario per gli enormi cumuli di immondizia depositati ai lati delle carreggiate. Spesso i cassonetti sono strapieni di immondizia, tra l’altro in un periodo come quello estivo, in cui il caldo rende ancora più fastidiosa la puzza che ammorba l’aria. “A chi avesse la sfortuna di venire a Ribera in questi giorni, o a chi purtroppo vi abita, lo spettacolo che si presenta davanti agli occhi non è proprio di quelli edificanti. Quasi tutti gli accessi, tranne quello di Seccagrande, salutano il forestiero come una città invasa dalla sporcizia e dai rifiuti. Pile e ammassi di rifiuti accumulati da giorni sono visibili tutt’attorno ai cassonetti già stracolmi e collocati sotto il cavalcavia della statale 115 o sulla strada provinciale 86 Ribera-Magone che porta alla spiaggia di Piana Grande. Sul vicino versante la foce del fiume Magazzolo è ridotta ad una discarica a cielo aperto, un vero e proprio immondezzaio. Questo stato di cose perdura già da molti mesi. I luoghi della passerella sul fiume Magazzolo, che unisce le località marine di Seccagrande e Borgo Bonsignore, sono definiti la “grande pattumiera” perché stabilmente presidiati da enormi, orridi e fetidi ammassi di mondezza quasi sempre fumanti e pericolosi per i veleni che emettono. Questo a valle, ma a monte sulla strada comunale che dall’acquedotto civico va ad intersecare la SS. 386 per Calamonaci è stabilmente diventato un deposito di masserizie fuori uso e non solo. Il paesaggio che ci appare circostante è desolante: siamo di fronte ad una immensa discarica comprendente ogni genere di materiale. Qui trovano rifugio e ricettacolo – scrive Renda – i più pericolosi animali e insetti quali: topi, pulci, scarafaggi, ratti, cimice, mosche e le pericolose zecche! Si scorgono (vedi foto) materassi vecchi, carcasse di elettrodomestici, rifiuti a cielo aperto nocivi per la salute pubblica. Ribera oramai è definita la città dei paradossi, sottolinea il Coordinatore di SEL Angelo Renda. Infatti l’Amministrazione Comunale con deliberazione di Giunta n. 241 del 12 luglio c.a. ha deliberato di aumentare di 250 mila euro il servizio in corso dello smaltimento dei rifiuti. L’importo da corrispondere alla Sogeir, società in liquidazione, sarà di euro 2.260.000. Inoltre è scritto in questa stessa delibera che: “Nel bilancio di previsione dell’anno 2011 sarà iscritto un costo complessivo per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani per un totale di euro 2.630.800”. Se i costi per le casse comunali e i privati cittadini in termini di tariffe TARSU aumentano, allora il servizio dovrebbe essere certamente più efficace ed efficiente ed affrontare con risolutezza anche le emergenze estive e festive. Ma al contrario la risposta che dà il vacanziere laziale GianPaolo Ferraioli, nonché ricercatore di storia delle relazioni internazionali, turista a Ribera ai cui occhi è stato mostrato uno spettacolo desolante dei rifiuti, è senza mezzi termini: «In soggiorno a Ribera per pochi giorni, trascinato qui da ricordi antichi, mi sono schifato alla vista dei rifiuti accumulati lungo le strade periferiche della città. Altro che Napoli! L’immondizia domina; il degrado impera; e, quel che è peggio, l’indifferenza di parte della gente del luogo rende questa situazione ancor più avvilente… »
      Renda interpreta questa frase come l’amara constatazione di un turista che forse non farà più ritorno a Ribera!

Segreteria di Sinistra Ecologia Libertà Ribera

Condividi questo articolo

URL breve: http://sicanianews.altervista.org/?p=6169

Scrivi una replica

*

Azienda Agricola Nino Cufalo
Azienda Agricola Nino Cufalo

logo_sicania600

Calendario

Settembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Cerca per categoria

Archivi

Galleria fotografica

Tutti i contenuti di SicaniaNews.it sono di proprietà dell'Editore. È vietata la riproduzione anche parziale, ad eccezione dei siti partner.