Ci siamo trasferiti sul nuovo sito WWW.SICANIANEWS.IT

Musica, sulle note di “The dark side of the moon” dei Pink Floyd.

Scritto da il 6 dic 2011/ 17:39. Letto 884 volte. Registrato sotto Cronache, Italia, Musica. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

“The dark side of the moon” è un concept album dei Pink Floyd, pubblicato nel 1973. L’opera è il frutto di diverse sperimentazioni effettuate dal gruppo durante i live in giro per il mondo. I temi affrontati nei testi sono l’avarizia, lo scorrere del tempo, l’alienazione, la morte e l’infermità mentale. Il disco riscuote subito un enorme successo di pubblico e critica, divenendo l’album più venduto del gruppo, nonché una vera e propria pietra miliare della storia della musica rock. Le composizioni contengono chitarre lisergiche, melodie suggestive, cori ariosi e intrecciati, sintetizzatori digitali ed anche alcuni aspetti sonori innovativi , come il ticchettìo degli orologi nella canzone “Time”. “Speak To Me/Breathe” apre il disco con un regolare battito cardiaco e ci immerge subito nelle atmosfere del disco. “On The Run”, incece, è un pezzo strumentale che rende perfettamente lo stato di ansia della vita quotidiana. Una delle tracce migliori dell’intero album è sicuramente “The Great Gig In The Sky”, dove troviamo dei vocalizzi femminili accompagnati da un delicato pianoforte. Un brano sognante ed evocativo. Subito dopo troviamo uno dei brani più famosi del gruppo “Money”, in cui viene affrontato il tema dell’avarizia e della ricchezza. Indimenticabile il suono di un registratore di cassa ed il tintinnio delle monete inserite ad inizio del brano. Altra traccia degna di nota è “Us and Them” soave liturgia che affronta il tema dell’etnocentrismo. “Any Colour You Like” è un pezzo strumentale che ci introduce a “Brain Damage”, che tratta della follia e dell’alienazione. L’ultimo brano è “Eclipse”, terminando con il battito cardiaco che aveva iniziato il disco. In realtà l’album doveva essere un’unica lunga traccia ma per motivi commerciali venne diviso in 9 brani. Ascoltandolo dall’inizio alla fine, si ha come l’impressione di compiere un vero e proprio viaggio,analizzando le paure, le debolezze, i sogni e le speranze dell’uomo. Un viaggio che è metafora della vita stessa. Il titolo “The Dark Side Of The Moon” (il lato oscuro della luna), è un riferimento a tutto ciò che noi non comprendiamo di noi stessi, il nostro “ lato oscuro ” , che possiamo riuscire a capire, accettare ed interiorizzare tramite la vita di ogni giorno. I Pink Floyd hanno composto un’opera dalle mille sfaccettature e portatrice di temi universali, lo stesso bassista Roger Waters affermò “Dark Side of the Moon era un’espressione di carattere politico, filosofico e umanitario che doveva essere comunicata” .Per cui fermatevi, interrompete il vostro lavoro, spegnete la tv e le luci, mettetevi comodi e lasciate che la musica vi avvolga con il suo dolce suono e preparatevi a fare questo viaggio… E se non arrivate a destinazione, non preoccupatevi: in fondo è bello perdersi nel lato oscuro della luna..

Daniele Gelo

Condividi questo articolo

URL breve: http://sicanianews.altervista.org/?p=10658

Scrivi una replica

*

Azienda Agricola Nino Cufalo
Azienda Agricola Nino Cufalo

logo_sicania600

Calendario

maggio: 2020
L M M G V S D
« gen    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Cerca per categoria

Archivi

Galleria fotografica

Tutti i contenuti di SicaniaNews.it sono di proprietà dell'Editore. È vietata la riproduzione anche parziale, ad eccezione dei siti partner.