Warning: Use of undefined constant is_single - assumed 'is_single' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /membri/sicanianews/wp-content/plugins/facebook-like-button/inc/fun.inc.php on line 70
SicaniaNews.it, testata giornalistica con servizi di cronaca, cultura e attualità

Ci siamo trasferiti sul nuovo sito WWW.SICANIANEWS.IT

Pesca, l’amministrazione chiede la dichiarazione dello stato di calamità

Scritto da il 16 Dic 2011/ 15:06. Letto 608 volte. Registrato sotto Cronache, In evidenza, News dai Comuni, Politica, Sciacca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

L’Amministrazione comunale di Sciacca ha chiesto al governo della Regione la dichiarazione dello stato di calamità per il settore della pesca. È quanto rendono noto il sindaco Vito Bono ed il vicesindaco e assessore alla Pesca Carmelo Brunetto. “La situazione della marineria nelle principali località di pesca della Sicilia compresa Sciacca – dichiarano – si è aggravata con gli ulteriori aumenti del diesel per le imbarcazioni e con gli annunciati aumenti dei costi previdenziali per gli imbarcati. L’intervento del governo si rende necessario per sostenere centinaia di famiglie che vivono di pesca”.

Il sindaco Vito Bono e il vice sindaco Carmelo Brunetto rendono noto che è stata inviata una lettera, contenente la richiesta ufficiale della dichiarazione dello stato di calamità, indirizzata al presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo e all’assessore regionale delle Risorse Agricole e Alimentari Elio D’Antrassi.

Nella missiva si segnala “il gravissimo stato di difficoltà che sta attraversando il settore ittico a Sciacca, al pari di altre località isolane della pesca, acuito dalle ultime pesanti misure contenute negli onerosi provvedimenti finanziari del governo nazionale di questi giorni”. “La preoccupazione della marineria saccense – è scritto nella nota – è palpabile. E la preoccupazione degli operatori è anche dell’intera città. Quello della pesca è uno dei settori storicamente portanti dell’economia cittadina. Sciacca ha la seconda flotta peschereccia in Sicilia e dà sostentamento a centinaia di famiglie impiegate anche nell’indotto e nell’industria ittico-conserviera. Negli ultimi tempi, la situazione è peggiorata. Uscire in mare significa perdere in partenza. I costi hanno superato i ricavi. Il carburante per le imbarcazioni aumenta di giorno in giorno in maniera esponenziale, arrivando a cifre inimmaginabili già fino a qualche mese fa. Con il nuovo anno si prevede pure un aumento degli oneri previdenziali per gli imbarcati. E c’è un mercato che non aiuta, con le famiglie che spendono sempre di meno. Gli addetti descrivono un settore in ginocchio, che necessita di urgenti e straordinari interventi”.

Per questi motivi, l’Amministrazione comunale di Sciacca ha chiesto alla Regione Siciliana di dichiarare lo stato di calamità del settore della pesca: “L’intervento del governo, che si ritiene indispensabile, potrà dare una boccata d’ossigeno a tanti marittimi in estrema difficoltà e che lottano per la sopravvivenza”.

Condividi questo articolo

URL breve: http://sicanianews.altervista.org/?p=10851

Scrivi una replica

*

Azienda Agricola Nino Cufalo
Azienda Agricola Nino Cufalo

logo_sicania600

Calendario

Settembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Cerca per categoria

Archivi

Galleria fotografica

Tutti i contenuti di SicaniaNews.it sono di proprietà dell'Editore. È vietata la riproduzione anche parziale, ad eccezione dei siti partner.