Ci siamo trasferiti sul nuovo sito WWW.SICANIANEWS.IT

Ricerca oncologica, investire sui giovani.

Scritto da il 15 dic 2011/ 22:22. Letto 1.820 volte. Registrato sotto Convegni, Cronache, In evidenza, Messina. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

“Incentivare i giovani ricercatori a portare avanti progetti di qualità, anche se impegnativi dal punto di vista delle risorse economiche, nonostante il difficile momento che attraversiamo” – così l’avv. Aurelio Wrzy, presidente della Fondazione Carrozza San Leonardo Pollicino, ha sintetizzato l’obiettivo delle Borse di Studio, consegnate stamani nell’Aula Magna dell’Università alla presenza delle massime autorità. “Evitare la fuga di cervelli e agevolare chi, anche specializzato all’estero, vuole rientrare nella propria Città per proseguire la carriera”. Consueto appuntamento per Messina che consolida un rapporto con la Facoltà medica, cui l’ente rivolge l’attenzione con particolare riferimento alla ricerca oncologica. “In dodici edizioni – ha proseguito Wrzy – sono stati premiati una quarantina di medici laureati nella nostra Università col massimo dei voti e lode per un impegno di oltre 350mila euro”.
Una somma rilevante, soprattutto in tempi di magra in cui si registrano costanti tagli alla ricerca: “I giovani si sentono disorientati – ha sottolineato il rettore Francesco Tomasello – e iniziative del genere diventano ancora più preziose e lodevoli, al fine di incoraggiare le prospettive dei nostri ricercatori, incentivare le ambizioni e accompagnare il percorso di formazione post laurea con progetti validi”.
Tomasello ha poi voluto ricordare l’avv. Giuseppe Wrzy, esecutore testamentario del patrimonio dell’avv. Pollicino e per diversi lustri presidente della Fondazione e promotore delle Borse che grazie alla sua costante opera hanno avuto un progressivo incremento. Apprezzamenti esternati anche dal preside di Medicina prof. Emanuele Scribano e dal coordinatore della commissione scientifica prof. Francesco Trimarchi. Questi i tre borsisti: Sara Benecchi, Tindara Franchina e Soraya Puglisi, premiati dal prefetto Francesco Alecci, dal rettore Tomasello e dal presidente Wrzy. Del Consiglio d’Amministrazione della Fondazione fanno parte oltre al rettore, il dott. Antonio Contarino (nominato dal Prefetto), la dott.ssa Paola Campo (nominata dal presidente del Tribunale), il prof. Pierangelo Grimaudo (docente universitario di diritto pubblico, nominato dalla Regione Siciliana) e Wrzy.
Sui progetti, riconosciuti di alto valore scientifico, si è soffermato il prof. Trimarchi: “Fattori molecolari predittivi e prognostici nei tumori della mammella” (Sara Benecchi), “Implicazioni della transizione epitelio-mesenchimale e dell’espressione di microRNA nella risposta e resistenza ai farmaci inibitori tirosino-chinasici dell’Epidermal Growth Factor Receptor nei tumori polmonari non a piccole cellule” (Tindara Franchina); “Valutazione della espressione di varianti polimorfe del gene codificante per l’Aryl-hydrocarbon Receptor (AHR) nei pazienti con acromegalia” (Soraya Puglisi).

I premiati Benecchi, Franchina e Puglisi con Altavilla, Trimarchi, Wrzy, Tomasello, Scribano e Adamo

Condividi questo articolo

URL breve: http://sicanianews.altervista.org/?p=10823

Scrivi una replica

*

Azienda Agricola Nino Cufalo
Azienda Agricola Nino Cufalo

logo_sicania600

Calendario

giugno: 2020
L M M G V S D
« gen    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Cerca per categoria

Archivi

Galleria fotografica

Tutti i contenuti di SicaniaNews.it sono di proprietà dell'Editore. È vietata la riproduzione anche parziale, ad eccezione dei siti partner.