Warning: Use of undefined constant is_single - assumed 'is_single' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /membri/sicanianews/wp-content/plugins/facebook-like-button/inc/fun.inc.php on line 70
SicaniaNews.it, testata giornalistica con servizi di cronaca, cultura e attualità

Ci siamo trasferiti sul nuovo sito WWW.SICANIANEWS.IT

Sciacca. Il Sindaco: “il governo nazionale ascolti la protesta contro la manovra finanziaria”

Scritto da il 16 Set 2011/ 19:59. Letto 489 volte. Registrato sotto Cronache, In evidenza, Politica, Sciacca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

L’Ufficio Anagrafe del Comune di Sciacca è stato chiuso ieri per protesta. Il sindaco Vito Bono, come annunciato, ha rassegnato simbolicamente la delega di ufficiale di governo, disponendo la chiusura anticipata di due ore dell’Ufficio. La decisione è stata adottata aderendo alla giornata di mobilitazione promossa dall’Anci, l’Associazione dei Comuni Italiani, contro gli effetti della manovra finanziaria del governo nazionale.

E’ da tempo – dice il sindaco di Sciacca Vito Bono – che sollevo il gravissimo problema della progressiva, drastica riduzione dei trasferimenti agli enti locali. Il governo, in pratica, ci toglie i viveri. Mi spiace constatare che alcuni sindaci si sono accorti della gravità soltanto adesso, altri hanno nascosto la polvere sotto il tappeto. C’è una insensibilità del governo nazionale nei confronti del tessuto connettivo della nazione rappresentato dalle città, dalle autonomie locali. Lo sciopero dei sindaci italiani, in maniera trasversale, è a difesa dei cittadini, dei più deboli, chiamati a pagare pesantemente le scelte inique e cieche del governo centrale. Il cittadino pagherà con meno servizi pubblici, con meno sostegni e con aumenti delle tariffe e del costo della vita. Noi sindaci difendiamo i cittadini e difendiamo le nostre comunità. I tagli delle risorse metteranno ogni amministrazione comunale con le spalle al muro. Il governo centrale ha ghigliottinato le risorse finanziarie destinate ai Comuni, tagliando di fatto lo stato sociale. Il governo, a Roma, si è in pratica lavato le mani, lasciando l’onere delle scelte impopolari ai sindaci, costretti inevitabilmente a prendere decisioni che non vorrebbero mai prendere. Con sempre meno soldi nei bilanci, non si potranno assicurare servizi indispensabili alle comunità. Ci chiedono sacrifici, ma così siamo all’asfissia. C’è una grave lesione dei diritti dei cittadini e delle autonomie locali. Chiediamo pertanto dei provvedimenti equi, concordati con chi, come i sindaci, ha il polso della situazione, con chi ogni giorno si confronta quotidianamente con le difficoltà delle famiglie e incontra cittadini disperati. Chiediamo che il governo nazionale ascolti il grido che si leva dalle città e che ci consenta almeno di sopravvivere”.

Condividi questo articolo

URL breve: http://sicanianews.altervista.org/?p=7125

Scrivi una replica

*

Azienda Agricola Nino Cufalo
Azienda Agricola Nino Cufalo

logo_sicania600

Calendario

Settembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Cerca per categoria

Archivi

Galleria fotografica

Tutti i contenuti di SicaniaNews.it sono di proprietà dell'Editore. È vietata la riproduzione anche parziale, ad eccezione dei siti partner.