Warning: Use of undefined constant is_single - assumed 'is_single' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /membri/sicanianews/wp-content/plugins/facebook-like-button/inc/fun.inc.php on line 70
SicaniaNews.it, testata giornalistica con servizi di cronaca, cultura e attualità

Ci siamo trasferiti sul nuovo sito WWW.SICANIANEWS.IT

Scoprire Palermo

Scritto da il 24 Ott 2010/ 20:13. Letto 495 volte. Registrato sotto Eventi. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Qualunque forma di rispetto passa attraverso la conoscenza” – afferma la competente signorina dell’Associazione Guide turistiche che domenica 15 Marzo ci ha guidato alla riscoperta di una Palermo inedita. Da Piazza San Giorgio dei Genovesi un ricco stuolo di turisti curiosi, suddivisi in tre comitive, hanno così intrapreso una piacevole passeggiata di circa tre ore attraverso quei luoghi che furono teatro di fatti storici realmente accaduti, oltre che scenario delle vicende narrate ne I Beati Paoli da Luigi Natoli. Seguendo il percorso tematico suggerito dalla nostra guida, scopriamo che la Palermo del ‘700 descritta nel romanzo e teatro delle vicende dei Beati Paoli, misteriosi personaggi che ordivano congiure in “tribunali sotterranei” situati nel sottosuolo del quartiere del Capo, racchiude in sé una storia della città ancora più antica. Panormus è la città tutto porto e sede nel ‘500 delle numerose logge di mercanti che assiepavano l’estuario dei suoi due fiumi, il Kemonia e il Papireto. E dove c’erano scambi commerciali girava anche il denaro ed il re sentiva l’esigenza di affidare l’amministrazione di alcuni importanti beni alla famiglia dei Pisani. Esisteva realmente nel ‘500 una setta per la tutela dell’ordine e degli interessi dei potenti oppure il fenomeno dei Beati Paoli ricorda quel “cuncumio” di uomini del popolo che difendono gli interessi dei deboli dai soprusi dei potenti? È certo comunque che la Chiesa di Santa Maria dell’Annunziata, di cui oggi resta soltanto il Campanile, fu teatro di un’efferata strage durante la liturgia, l’8 settembre del 1517. La vittima Giovanni Luca Squarcialupo, capopopolo che paga col sangue la propria ribellione o facinoroso che cavalca il malcontento popolare per ritagliarsi una fetta di potere? Darisilli quanto li beati Paoli – così sta scritto in una raccolta di poesie del ‘500 e ‘700 – testimonia già, prima del romanzo di Natoli del 1910, di un’abitudine inveterata all’uso della violenza associata col nome Beati Paoli. Nella Chiesa di San Matteo in via Corso Vittorio Emanuele sono custoditi alcuni importanti stucchi del Serpotta ed un quadro che raffigura San Francesco Di Paola. In questa chiesa, che si presta peraltro ad alimentare il senso dell’imprendibilità dei Beati Paoli per la sua particolare conformazione, con la sagrestia che reca ancora oggi varie porte di accesso a cunicoli sotterranei, trova rifugio un personaggio chiave del romanzo di Natoli.

Una volta giunti nei pressi della Cattedrale, apprendiamo dell’esistenza a Palermo nel 1523 della Confraternita imperiale dei 7 Angeli, proprio mentre era Viceré Ettore Pignatelli, il fondatore del Monastero femminile di San Francesco Di Paola, per rendere omaggio al Santo che aveva patrocinato la sua investitura presso il re. Molte famiglie pisane facevano capo a questa confraternita, poi soppressa nel 1529 da Carlo V poiché questi aveva saputo di abusi e di soprusi ad essa riconducibili. Di qui l’ipotesi di una setta segreta che nel nome e nel modo di vestire, un saio di colore nero, ricordasse l’ordine di San Francesco Di Paola per meglio nascondersi ed operare nell’ombra. Il cammino prosegue con le visite della Chiesa di Montevergini e quelle dei SS 40 martiri Pisani e di San Giovanni alla Guilla, per arrivare quindi al quartier generale della setta dei Beati Paoli che, secondo le fonti letterarie, si riuniva in una grotta-tribunale identificata nei pressi dell’omonima piazza.
Davide Cufalo
Fonte: Palermo24h.com


Condividi questo articolo

URL breve: http://sicanianews.altervista.org/?p=95

Scrivi una replica

*

Azienda Agricola Nino Cufalo
Azienda Agricola Nino Cufalo

logo_sicania600

Calendario

Settembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Cerca per categoria

Archivi

Galleria fotografica

Tutti i contenuti di SicaniaNews.it sono di proprietà dell'Editore. È vietata la riproduzione anche parziale, ad eccezione dei siti partner.