Ci siamo trasferiti sul nuovo sito WWW.SICANIANEWS.IT

Sequestro di beni a presunti mafiosi di Canicattì, Sciacca e Burgio.

Scritto da il 27 set 2011/ 11:25. Letto 1.012 volte. Registrato sotto Burgio, Canicattì, Cronache, In evidenza, Sciacca. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

La Direzione Investigativa Antimafia di Palermo ha sequestrato beni per oltre due milioni si euro a tre presunti mafiosi dell’ agrigentino. I beni posto sotto sequestro sono riconducibili a Diego Gioacchino Guarneri, 43 anni di Canicattì, a Pietro Antonio Derelitto, 48anni di Sciacca e ad Antonio Giuseppe Perricone, 57enne di Burgio, in atto detenuto. Il primo è ritenuto affiliato alla famiglia mafiosa di Canicattì ed è finito in manette nel corso dell’operazione “Alta Mafia, mentre gli ultimi due, ritenuti inseriti nella “famiglia” di Burgio, sono stati arrestati nell’ambito dell’operazione antimafia “Scacco matto”.
I beni sequestrati consistono in appezzamenti di terreno, in 5 appartamenti, 3 imprese individuali, 12 rapporti bancari e autoveicoli.

Condividi questo articolo

URL breve: http://sicanianews.altervista.org/?p=7973

Scrivi una replica

*

Azienda Agricola Nino Cufalo
Azienda Agricola Nino Cufalo

logo_sicania600

Calendario

giugno: 2020
L M M G V S D
« gen    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Cerca per categoria

Archivi

Galleria fotografica

Tutti i contenuti di SicaniaNews.it sono di proprietà dell'Editore. È vietata la riproduzione anche parziale, ad eccezione dei siti partner.