Warning: Use of undefined constant is_single - assumed 'is_single' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /membri/sicanianews/wp-content/plugins/facebook-like-button/inc/fun.inc.php on line 70
SicaniaNews.it, testata giornalistica con servizi di cronaca, cultura e attualità

Ci siamo trasferiti sul nuovo sito WWW.SICANIANEWS.IT

Turismo, Sviluppo, Benessere. L’Ufficio Marketing incontra gli operatori riberesi

Scritto da il 19 Mar 2011/ 02:02. Letto 672 volte. Registrato sotto Cronache, In evidenza, News dai Comuni, Politica, Ribera. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

 

Incontro proficuo tra l’Amministrazione, l’Ufficio Marketing, e dei “stakeholders” locali:  Associazioni, gestori e titolari di attività di diverta tipologia, alcuni alunni del Corso ad indirizzo turistico dell’ITCG Giovanni XXIII di Ribera con dei docenti, Lions Club e Rotary Club, alcuni Consulenti del Sindaco. Tenutosi venerdì 11 marzo presso la Sala dei Sindaci del Comune di Ribera. Anche stavolta, vige la puntualità: non è che ci stiamo abituando male?!?!

L’inizio, ha visto la presentazione di Angelo Fidanza, dell’Ufficio Marketing, il quale ha illustrato le motivazioni dell’incontro, esprimendo anche le volontà dell’Amministrazione e le funzioni dell’Ufficio. Il Sindaco, oltre ai ringraziamenti per gli intervenuti così numerosi, alla spicciolata ha reso partecipe i presenti della sua visione, del concetto di turismo per Ribera. Statistiche alla mano, il turismo cambia forma, trasferendovi verso forme “extralberghiere” che non risentono della crisi, anzi aumentano in numero (arrivi e presenze).

Proficuo credo l’incontro, e ne son convinto, perché forse s’inizia a capire quale direzione l’Amministrazione vuole dare allo sviluppo integrato del territorio. Il “modello Lampedusa”, esordisce il Sindaco Carmelo Pace. Brillantemente, con una comunicativa che forse pochi conoscevano (non per i vecchi conoscenti!), il Sindaco illustra lo “stile lampedusano” di far turismo: proprietari che affittano la loro casa, non grandi alberghi che accentrano i diversi servizi. Tecnicamente, posso aggiungere, si tratta del tipo “albergo diffuso”, ovviamente non inventato a Lampedusa ma è il riferimento quanto a noi più vicino, ovvero un modo di concepire l’ospitalità extralberghiera dove i servizi offerti non sono concentrati in un’unica struttura, “verticalmente”, ma si “diffondono” nel territorio. In sintesi, un nuovo modo di accogliere le persone.

In tal modo si avrà un’offerta decentrata e non concentrata: c’è chi offre l’ospitalità, chi la ristorazione, chi affitta gommoni e barche, chi servizi di parrucchiera/i, chi di trasporto e quant’altro si possa immaginare (ovviamente l’opposto della tendenza di lusso del “concierge”, in senso lato). Dicevo tecnicamente, ma forse non proprio, o almeno in questo momento. Questo perché siamo nella fase dell’idea; successivamente, servirà la collaborazione di tutti, o quantomeno degli operatori. Certo, necessita la collaborazione di tutti in quanto se si cerca di fare i furbetti (ovvero, il contratto di affitto temporaneo me lo gestisco in forma domestica ed escludo l’agenzia immobiliare;  serve l’idraulico ed aggiusto io il rubinetto e via dicendo), il sistema non raggiunge l’ottimo e tutto si concentra in poche mani, concentrando la ricchezza e non redistribuendola nella popolazione. Certo, per un periodo, questo porterà notevole vantaggio a chi lo pone in essere, ma col tempo si vedrà la popolazione sempre più povera, con pochi ricchi. Non solo.L’accentramento (verticalizzazione) delle attività e delle funzioni, evade il fisco: l’evasione generata non apporta benessere collettivo, ma ricchezza (funesta) individuale, impoverendo la popolazione oltremodo.

L’Amministrazione, dal canto suo, e questo è stato richiesto a gran voce dall’assise, deve garantire quanto può, ovvero i servizi essenziali di pulizia e decoro, di sicurezza e d’accoglienza del turista. Solo così, potrà generarsi una spirale positiva tale da fungere da motore propulsore allo sviluppo riberese.

Mi permetto di aggiungere, in disaccordo con qualcuno che in sede avanzava delle richieste fuori dalla ragione. Il Comune, può e deve garantire quanto per legge le è concesso, ovvero il decoro urbano e delle borgate, la pulizia, l’ordine. Non può assolutamente sostituirsi all’impresa, né tantomeno fungere da

Dunque, ottima l’idea, ottime le intenzioni ma necessita attenta riflessione un fatto: l’Amministrazione può essere il motore, ma tutto il resto lo devono fare i soggetti economici, ed anche i cittadini, accogliendo degnamente i turisti.

Bella sferzata, la battuta di Pace circa “le feste”, ovvero come qualcuno lo definisce “lu Sinnacu di li fistini”. Ovviamente, ribadisce Pace, le feste sono un pretesto, un modo per far parlare, oltre che per divertire la gente. Sono un modo per far conoscere, per promuovere il territorio, non finalizzate al momento ricreativo in se.

Dunque, l’incontro-fiume (durato diverse ore), s’è caratterizzato per il fatto che molti hanno partecipato e si ascoltava anche  quello che si diceva. Forse, e dico forse, siamo all’alba di una nuova era riberese.

Foto (c) 2011 SicaniaNews.it  Vietata la riproduzione. L’uso è permesso previa richiesta e con citazione di fonte.

Condividi questo articolo

URL breve: http://sicanianews.altervista.org/?p=3560

Scrivi una replica

*

Azienda Agricola Nino Cufalo
Azienda Agricola Nino Cufalo

logo_sicania600

Calendario

Settembre: 2021
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Cerca per categoria

Archivi

Galleria fotografica

Tutti i contenuti di SicaniaNews.it sono di proprietà dell'Editore. È vietata la riproduzione anche parziale, ad eccezione dei siti partner.